«Mi chiedo a mia volta pubblicamente come si potrebbero allora definire certe critiche asfissianti e senza fondamento, certi enfatizzati “dubbi” che su media vecchi e nuovi vengono agitati senza carità e senza verità, certi attacchi persino volgari che – anche usando le parole di quella sua intervista a tutt’oggi non smentita – vengono portati contro Francesco, che della Chiesa è il Papa. Chi si scuserà per aver alimentato, anche attraverso una «rete “arcigna e ciarliera”» distesa attraverso internet, confusione e divisione nella Chiesa e contro il Successore di Pietro? Chi riparerà, e come?».
Marco Tarquinio

Qui la richiesta del card. Burke e la risposta del diretttore di Avvenire: https://www.avvenire.it/opinioni/pagine/una-protesta-del-cardinal-burke-e-sue-parole-mal-usate-e-non-smentite