"Sono passati quasi sei anni da quando il vescovo di Bolzano-Bressanone, Ivo Muser, aveva indicato la possibilità che un giorno fossero anche laici, opportunamente preparati, a celebrare i funerali, in vista dell’insufficiente numero di sacerdoti disponibili. Dopo un attento percorso di discernimento - stimolato anche dal richiamo del Sinodo diocesano a curare le celebrazioni liturgiche col coinvolgimento dei laici - è partita a ottobre una formazione intensiva che porterà a maggio ad avere i primi funerali - senza Eucaristia, naturalmente - con celebrazioni della Parola guidate da laici" - prosegui la lettura:
https://www.avvenire.it/chiesa/pagine/il-funerale-lo-celebra-un-laico?fbclid=IwAR0E_2nuw39VG7ewXDhUzM_-fMLyNlnbRmTddpTy7gLoQXi61WLHVClHZVg