Imprecazioni sì, ma bibliche 
di Gianfranco Ravasi 
(...) Passiamo ora a un caso che provoca sempre sconcerto: la violenza sacra che intride molti racconti biblici e che stria di sangue decine di pagine soprattutto dell’Antico Testamento. La cosa non dovrebbe, però, stupire se si considera la qualità storica della religione biblica a cui sopra accennavamo. Se Dio non è un «motore immobile» aristotelico relegato nella sua trascendenza dorata, ma è un interlocutore in dialogo con l’umanità e in azione all’interno di eventi contingenti, è inevitabile che la sua parola e la sua stessa presenza si rivelino attraverso e all’interno di quel groviglio storico e di linguaggi che sono datati letterariamente, socialmente e culturalmente. 
Il caso che proponiamo è quello dei Salmi imprecatori che – proprio per la loro carica violenta («O Dio, spezza loro i denti in bocca... Beato chi afferrerà i tuoi piccoli e li sfracellerà contro la pietra!», e così via inveendo) – sono stati espulsi dalla liturgia cristiana. Questi Salmi censurati sono indagati e sottoposti a ermeneutica (che sarebbe necessaria per altro anche ai passi violenti del Corano) da un noto esegeta francese, André Wénin, in un viaggio testuale accidentato, ma significativo.
E sempre a proposito di pagine sacre difficili, quanto eros è stato versato sulla figura evangelica di Maria di Magdala che è stata trasformata senza fondamento testuale in prostituta, per essere poi esaltata come testimone del Cristo risorto, resa quasi evanescente come ipostasi gnostica della Sapienza divina, trasfigurata in sposa, regina e persino essere divino, strattonata da Dan Brown e altro ancora. Edmondo Lupieri, docente alla Loyola University di Chicago, grande esperto di alcune figure e testi neotestamentari (il Battista e l’Apocalisse), ha ricomposto i lineamenti evangelici autentici della Maddalena, ha convocato una dozzina di colleghi/e, lanciandoli all’inseguimento delle metamorfosi di quel volto, dall’antichità fino al post-moderno. (...)
André Wénin, Salmi censurati, Dehoniane, Bologna, pagg. 126.
Edmondo Lupieri (a cura di), Una sposa per Gesù. Maria Maddalena tra antichità e postmoderno, Carocci, Roma, pagg. 342.
in “Il Sole 24 Ore” del 25 novembre 2018