"A cosa serve il sangue? Che fine fanno i globuli rossi e gli altri emocomponenti frutto del gesto etico, volontario e non remunerato di migliaia di donatori? Sono alcune delle domande che, spesso legittimamente, in molti si pongono per conoscere non tanto il “percorso", quanto per capire a cosa servono le sacche raccolte.
L’Italia è da tempo autosufficiente per quel che riguarda i globuli rossi: ogni giorno circa 1800 pazienti vengono trasfusi e le strutture sanitarie hanno a disposizione scorte per le sale operatorie e le terapie oncoematologiche. Tuttavia, proprio in ambito medico-scientifico, è nata l’esigenza, anche sulla spinta di ricerche effettuate in altre nazioni, di svolgere uno studio per capire quali siano le principali aree di utilizzo del sangue, la tipologia di pazienti che lo ricevono e l’emocomponente principalmente trasfuso".
Leggi: https://www.avis.it/it/come-viene-utilizzato-in-italia-il-sangue-dei-donatori?fbclid=IwAR39dfwxWUXg1BjyQt-dxj-t0A26cHQm0aahzWstJQ-dehSjy7c-3jYOTTI