«Vi sembrerà un pensiero poco 'natalizio'...
ma la tradizione cristiana orientale ha sempre raffigurato la nascita di Gesù
non in una capanna, bensì in una grotta,
molto simile al sepolcro dove sarebbe stato seppellito.
Nacque, dunque, come tutti, per morir
e la sua morte svelò il senso della sua vita.
Apprendiamo anche noi, presto, la grande arte del commiato
che ci scioglie dai legami terreni
e ci accompagna a ben più solide e durature realtà.
Liberi finalmente dalla logorante e falsa scelta fra prendere e lasciare,
prudenti e accorti rispetto a tutti i prò, ingnari d'ogni contro.
Egli solo E'».
Paolo Branca, FB, 131221