Nel 1937, al culmine della Grande Depressione seguita alla crisi del '29, il fiume Ohio straripò, provocando la peggiore alluvione nella storia degli Stati Uniti. Nell’occasione la rivista Life dedicò la cover story al reportage di Margaret Bourke-White da Louisville, Kentucky, dove l’acqua aveva provocato la morte o il ferimento di novecento persone.
Nella fotografia, una coda di uomini e donne di colore, con borse, ceste, secchi, è in fila per entrare in un centro di assistenza... davanti a un cartellone pubblicitario del New Deal in cui si vede una felice famigliola di bianchi sorridenti, sulla propria auto, fra dolci colline. Lo slogan proclama: "Il più alto tenore di vita del mondo". E sotto: "There’s no way like the American Way", ossia: "Non c’è niente come il sistema americano".
Non si vede l’alluvione: il soggetto della fotografia è il contrasto tra l’American Dream e una condizione di estrema indigenza. Un contrasto visto però senza drammaticità ma in chiave di temperata ironia.
Margaret Bourke-White - The Louisville Flood (ufficialmente tradotto in italiano con "La fiumana di Louisville"), Louisville, 15 febbraio 1937