«C'é chi nasce come Paperino: 
sfortunato e sempre pieno di guai;
e c'é chi invece é come Topolino: 
carino, intelligente e simpatico alla gente.
C'é chi é come Paperon de Paperoni,
pieno di fantastiliardi di milioni,
ma poi sta sveglio tutte le notti
per paura che arrivi la Banda Bassotti 
 
Ma io mi sento come Willy il Coyote,
che cade, ma non molla mai;
che fa progetti strampalati e troppo complicati,
e quel Beep Beep lui non lo prenderà mai.
Ma siamo tutti come Willy il Coyote,
che ci ficchiamo
 sempre nei guai:
ci può cadere il mondo addosso, finire sotto un masso,
ma noi non ci arrenderemo mai. 
 
C'é chi vive come Eta Beta:
sembra che stia con testa su di un altro pianeta,
e non si alza la mattina se non si spara un po' di naftalina.
C'é chi é come Pietro Gambadilegno:
sempre preso in qualche loschissimo disegno.
E c'é chi vorrebbe avere tutte le risposte,
come nel Manuale delle Giovani Marmotte.
 
Ma io mi sento come Willy il Coyote,
che cade, ma non molla mai;
che fa progetti strampalati e troppo complicati,
e quel Beep Beep lui non lo prenderà mai.
Ma siete tutti come Willy il Coyote,
che vi ficcate sempre nei guai;
vi può cadere il mondo addosso, finire sotto un masso,
ma voi non vi arrenderete mai».
 
Eugenio Finardi
Willy il Coyote
album: Acustica (1993)