Ispirandosi a Tommaso d'Aquino si potrebbe dire che la libertà interagisce con le altre dimensioni costitutive dell'uomo «non "mediante un dominio dispotico", qual è quello del padrone sullo schiavo; ma "mediante un dominio politico o regale", qual è quello su uomini liberi, che non sottostanno pienamente al comando».
Tommaso d'Aquino, Summa Theologiae, I-II, q. 17, a, 7, c.